arte
Collezione Peggy Guggenheim

La lunga e bassa facciata in pietra d’Istria di Palazzo Venier dei Leoni, le cui linee sono ammorbidite dagli alberi del suo giardino interno, forma una piacevole cesura nella marcia solenne dei palazzi che si affacciano sul Canal Grande dall’Accademia alla Basilica della Salute.
Palazzo Venier dei Leoni è un edificio incompiuto, noto come il palazzo non finito, iniziato nel 1748 su progetto dell’architetto Lorenzo Boschetti, il cui unico altro edificio a Venezia è la chiesa di San Barnaba.

Un modello di come sarebbe stato il palazzo una volta terminato è conservato presso il Museo Correr di Venezia. Non si conoscono le precise circostanze che portarono il palazzo a rimanere incompiuto. Probabilmente i soldi a un certo momento vennero a mancare, oppure, come si narra, la potente famiglia Corner, che viveva nel palazzo di fronte, si oppose alla costruzione di un edificio che avrebbe superato il proprio per grandezza e magnificenza.

Non è neppure noto come il nome del palazzo sia giunto ad associarsi ai leoni. Sebbene si narri che nel giardino veniva una volta tenuto un leone, è più probabile che il nome derivi dalle teste di leone in pietra d’Istria che decorano la facciata al livello dell’acqua.
Alla fine del 1948 Peggy Guggenheim acquista Palazzo Venier dagli eredi della viscontessa Castlerosse. Vi dimorerà per i successivi trent’anni. A partire dal 1951, e fino al 1979, anno della sua morte, Peggy Guggenheim apre il palazzo e la collezione al pubblico. Nel 1980 apre la Collezione Peggy Guggenheim sotto la gestione della Fondazione Solomon R. Guggenheim, cui Peggy Guggenheim aveva donato sia il palazzo che la collezione.

Peggy Guggenheim svolse un ruolo determinante nella storia dell’arte del Novecento. Era solita dire che era suo dovere proteggere l’arte del suo tempo e a questa vocazione e alla creazione del suo museo dedicò buona parte della vita.

PEGGY GUGGENHEIM COLECTION
704 Dorsoduro, 30123 Venezia
Aperto ogni giorno dalle 10 alle 18
Chiuso il martedì e il 25 dicembre
tel 041.2405411

MOSTRE IN CORSO: Imagine. New Imagery in Italian Art 1960-1969
EVENTI: HappySpritz@Guggenheim, l’evento più social della stagione, realizzato in collaborazione con Aperol Spritz. 16, 30 maggio, 6, 27 giugno, dalle 19 alle 21. Prenotazioni online aperte a partire dal mercoledì precedente ciascun appuntamento.

 

Tags

Leave a comment